• Inserisci immagine

    Inserisci immagine

  • Inserisci immagine

    Inserisci immagine


L'Arte è pensiero creativo che, allo stesso tempo, connota e denota l'idea dell'Arte
(Gaspare Caramello)

L'impegno nelle arti visive

Dottore in scienza delle comunicazioni e arti visive, con un master in cinematografia, è attivo nel campo dell'arte contemporanea sin dal 1969, anno in cui, aderendo di fatto alla corrente dell’arte concettuale, ha elaborato la teoria “Discorso sull’oggetto decorativo”. Questa ipotesi, esprimendosi in opere caratterizzate da un "dripping" manovrato manualmente, trasformava l'informale in concettuale, in quanto il prodotto artistico diventava di fatto un progetto, la realizzazione di un'idea al di là della sua stessa materializzazione nel prodotto finito.

Già in quel periodo ha realizzato opere sia pittoriche che vere e proprie operazioni estetiche, ovvero istallazioni visive, quali "the Nail" “Olio su tela", “Prima forma di organizzazione sociale” e “Il buco nell’acqua”.

"Basket" realizzato nel 1970 è il primo "non ready-made" che precorre le sue teorizzazioni.

Da queste operazioni estetiche giungerà successivamente alla creazione della corrente d'arte contemporanea denominata "Arte Transconcettuale".

Le opere pittoriche di quel periodo, eseguite sullo stile della tendenza informale e sulla linea dell’action-painting di Tobay e Wols, in base ai dettami del concetto teorico elaborato, venivano ricondotte all'arte concettuale. Nel momento successivo al dripping, infatti, mediante l'uso di pennelli, lo sgocciolamento veniva guidato in modo tale da conferire una valenza decorativa al cromatismo dell'oggetto finito.

Alternativamente alle opere pittoriche vere e proprie ha realizzato anche alcune opere "progettuali" come la serie dei “Papillon a la page” ovvero dei grafici cartesiani elevati ad oggetti d’arte.

Negli ultimi anni, creando una compenetrazione fra p.c. e arte concettuale, ha elaborato sia la teoria artistica dell' "Action' Pixeling" che quella più complessa dell’ “Arte Transconcettuale”.

L' "Action Pixeling" è un progetto che si colloca come la naturale prosecuzione del "Discorso sull'oggetto decorativo", adattando tale teoria artistica alle nuove tecnologie informatiche. Il dripping guidato viene infatti ottenuto mediante lo "sgocciolamento dei pixelings" sulle tele elettroniche del monitor che vengono poi manualmente guidate elaborandole in virtù dell'applicazione contemporanea di più programmi grafico-pittorici: in questo modo il prodotto finito viene fatto corrispondere ad una definizione precedentemente teorizzata e si inserisce contestualmente nella progettualità del concettuale.

L' Arte Transconcettuale, per contro, si pone in alternativa come evoluzione dell'Arte Concettuale stessa. In questa nuova teorizzazione l'ideazione progettuale consiste nell'associare alla valenza denotativa dell’oggetto artistico quella connotativa, per inserire così nel contesto semiotico dell'opera anche la rappresentazione del suo aspetto simbolico. L'espressione finale si concretizza in installazioni visive, che vengono proiettate nel corso di performances culturali vere e proprie. In esse l'elaborazione dell'immagine visiva, sempre ottenuta in modo multimediale, è supportata da una base musicale, composta dallo stesso autore, sotto lo pseudonimo di "Movimento di Liberazione Strumentale", ottenuta mixando effetti sonori a rumori tratti dal qutidiano e a pics musicali veri e propri.

“Solstizio globale” è la più rappresentativa installazione visiva elaborata sulla base di questo presupposto concettuale: realizzata nel giorno del solstizio estivo, in essa si rappresenta l’evento contemporaneamente su tre piani, l’evento astronomico, che si concretizza nel giorno particolare del 21 giugno, un visual prodotto dall’artista (ivi incluso il sottofondo musicale) e la contemporanea conferenza dello studioso esoterico che illustra il valore simbolico dei solstizi nelle tradizioni culturali occidentali. Quest'ultima operazione visiva, in cui per la prima volta una conferenza, quasi come un ready-made, è stata defunzionalizzata ed elevata ad opera d'arte, ha avuto ancora una recente replica nel giorno del solstizio estivo.

Altre istallazioni visive realizzate in questi ultimi anni, che hanno riscosso un gran successo e da cui sono state tratte opere vivise esposte in svariate mostre, sono state "Caged Sea", "Stairway to Heaven", "LaMer", "CrashedCoke", "LaCoted'Azur", "TheRooster", "Ceci n'est pas...” "Watermeloned". I dvd delle istallazioni "Paulin s'incala" (dedicata alla sua città), "Moonlighting", "Watermeloned" e the "TheRooster" sono in mostra permanente al Museo M.A.R.. Fra le sue ultime realizzazioni, "Radiodramma" costituisce la prima installazione visivo-vocale transconcettuale, mentre "Equinox: Give Peace a Chance" e "No Global Warming" riflettono la necessità di coniugare l'arte con l'impegno sociale e la ricerca di sensibilizzare il pubblico ai gravi problemi che condizionano la vita odierna.

Nel 2014 gli è stato conferito il "Premio San Michele" come personalità artistica dell'anno della città di Ventimiglia.

STAMPE ARTISTICHE GASPARE CARAMELLO | 31, V. Cavour - 18039 Ventimiglia (IM) - Italia | P.I. 00070200084 | Cell. +39 348 9503480 | caramellogaspare@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite